Blog: http://pollysky.ilcannocchiale.it

18 anni dall'Attentatuni

Sono passati 18 anni dall'attentatuni, la strage di Capaci, dove rimasero uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e la scorta (Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro).


In questi 18 anni troppe cose sono state taciute, prove insabbiate, depistaggi di Stato...
A pochi giorni dalla riapertura delle indagini sul fallito attentato dell'Addaura, ricorre il diciottesimo anniversario di quella strage solo in parte punita.
Non bisogna dimenticare che queste persone sono morte per noi, non ci dobbiamo dimenticare che il giudice Falcone (e Borsellino) stavano lavorando per garantirci la legalità! 
Abbiamo l'obbligo di commemorarli, non solo nel giorno "X", ma tutto l'anno. E' nostro dovere dare una smossa alle nostre coscienze per continuare, ognuno nel suo piccolo, a portare avanti il lavoro che questi veri e propri eroi stavano facendo, e che qualcuno ha interrotto.

Domani, domenica 23 maggio, oltre alla manifestazione palermitana, il popolo delle agende Rosse si ritroverà in Piazza Navona a Roma alle 17, per una commemorazione. Un momento di aggregazione e coesione per non dimenticare, con le agende rosse alzate in cielo e continuare ad urlare che la mafia è una montagna di merda.

Pubblicato il 22/5/2010 alle 20.44 nella rubrica Attualità.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web